[lang_it]Veduta di Col San Martino - Wikimedia CommonsDopo 40 anni di DOC, il pianeta Prosecco rivoluziona tutto ciò che lo riguarda, dalle denominazioni di origine, all’allargamento della possibilità di fregiarsi della DOC a ben nove province. Alla originaria, storica, provincia di Treviso si aggiungono le province venete di Vicenza, Padova,Venezia, Belluno, quelle friulane di Pordenone, Udine, Gorizia, per arrivare alla Venezia Giulia in provincia di Trieste dove troviamo una bellissima cittadina che si chiama Prosecco.

Si parte dal Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene (Treviso) per arrivare a Prosecco sull’altopiano del Carso (Trieste).

Omonimia? Casualità? Svista di qualche legislatore che confonde il verde delle stupende colline foderate di vigneti che ci accompagnano da Valdobbiadene a Conegliano con il blu delle acque del suggestivo Golfo di Trieste che si può ammirare dall’altopiano del Carso?[/lang_it][lang_it]

No, questa volta il burocrate non c’entra, non quello nostrano almeno.

Per salvaguardare un nome o una parola che definisce un vino lo si deve ancorare ad una zona di produzione, un territorio, un riferimento geografico (continua a leggere su Wineblog).[/lang_it]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

+
Top