La Denominazione di Origine Controllata e Garantita

Il Valdobbiadene Prosecco Superiore, con i suoi profumi fruttati e floreali, è lo spumante metodo Charmat più riconosciuto e richiesto al mondo. La sua storia comincia più di tre secoli fa sulle colline di Valdobbiadene e Conegliano. Dal 2009 il Valdobbiadene Prosecco Superiore viene identificato con la Denominazione di Origine Controllata e Garantita (DOCG), il massimo livello qualitativo italiano, a cui si affiancano la DOCG Asolo e la DOC Prosecco, estesa su 9 province di Veneto e Friuli Venezia Giulia. L’area di produzione del Valdobbiadene Prosecco Superiore, che si estende su soli 15 comuni, è quindi un fazzoletto di territorio collinare che rappresenta il cuore del mondo del Prosecco e il vertice della sua piramide produttiva e qualitativa.

Dal singolo vigneto caratteristiche uniche

Il Valdobbiadene Prosecco Superiore è uno spumante che per il suo carattere informale e raffinato ha esportato in tutto il mondo un nuovo stile di bere. Viene prodotto esclusivamente sulle colline di Valdobbiadene, utilizzando prevalentemente uva Glera e piccole percentuali di vitigni autoctoni minori, con una resa massima consentita per ettaro di 13,5 quintali, a garanzia del mantenimento dell’equilibrio tra vitigno, terreno e clima. Le diverse cuvèe si ottengono combinando sapientemente le uve provenienti dalle varie micro zone del territorio, ognuna capace di dare al vino caratteristiche uniche che si esprimono in diverse gradazioni zuccherine – Brut, Extra Dry e Dry, dalla minore alla maggiore percentuale di residuo.

immagine-fascetta_scontornata

DOCG, Rive e Cartizze

Tre sono le tipologie in cui viene prodotto il Valdobbiadene Prosecco Superiore, unica la filosofia di amabilità e ricchezza di aromi floreali che ne ispira la filosofia:
  • DOCG
  • DOCG Rive
  • DOCG Superiore di Cartizze

La DOCG

Un piccolo territorio collinare per un grande spumante

en
+
Top